Architetti. Il rinnovo del Consiglio dell’ordine di Napoli e Provincia

Fabio Donato. Altri enigmi…omaggio a Man Ray
8 giugno 2017
Il cielo dopo la tempesta
12 giugno 2017

Architetti. Il rinnovo del Consiglio dell’ordine di Napoli e Provincia

Il 5 giugno hanno avuto inizio le operazioni di voto per il rinnovo del consiglio dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori di Napoli e Provincia per il quadriennio 2017/2021. Sono 69 gli architetti candidati per la carica di consigliere distribuiti per 5 liste. In questa campagna elettorale, che terminerà il 15 giugno, ultimo giorno per votare, non sono mancate le polemiche tra gli aspiranti consiglieri, attraverso i social network e i giornali. Si sono persino ipotizzati accordi di natura politica, ma l’Ordine di piazzetta Matilde Serao fa sapere che le liste non rispecchiano schieramenti politici.
Intanto c’è chi come Grazia Torre che guida la lista LOAAM – Lista Ordine Architetti Area Metropolitana Napoli preferisce restare fuori dalle polemiche e invita tutti a discutere sui programmi. Poi afferma: “Abbiamo letto che la politica è scesa in campo per manovrare delle elezioni che dovrebbero riguardare i professionisti e non i partiti.
Non ci resta dunque che fare appello a chi vuole restare fuori da queste logiche, a chi vuole sistemare di nuovo al meglio lo svolgimento della nostra attività.
Noi abbiamo degli obiettivi precisi da raggiungere:  la reintroduzione dei minimi tariffari, la formazione gratuita e di qualità, la creazione di un osservatorio per il monitoraggio delle procedure e della trasparenza dei concorsi e delle gare, la trasparenza sulle consulenze e gli appalti per i servizi esterni e inoltre pensiamo agli sportelli di consulenza interni per avvio di start up e procedure amministrative in ambito di edilizia privata nonché sostegno ai Ctu per la revisione delle  tariffe e confronto con i Giudici.
Per questa ragione, crediamo che si possa e si debba (ri ) cominciare a votare …per chi non ha mai votato o non vota piu.”
Vittoria Pappalardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *